Module 3.5: Come garantire l’accesso ai contenuti

Introduzione agli argomenti
Attività Interattive
Test

Aterrizando el concepto

Questo modulo vi aiuterà a capire come un Learning Management System (LMS) agevola la creazione, l’erogazione di attività e contenuti di apprendimento e il reporting sui suoi progressi. Inoltre, fornisce una panoramica dei principali criteri utilizzati per selezionare un LMS e come possono anche contribuire ad analizzare il vostro LMS esistente e migliorare le sue prestazioni all’interno del vostro ecosistema di apprendimento.

  • Concetti basilari e uso del sistema.
  • Restrizioni applicate al materiale caricato.
  • Opzioni open e closed source.
  • Scegliere un LMS.

Un sistema di gestione dell’apprendimento (LMS) è uno strumento software che permette di creare, erogare e generare report su corsi e programmi di formazione.  Alcuni esempi di LMS: Blackboard, Canvas, Moodle, Google Class.

Prima di dare uno sguardo al funzionamento interno di un LMS, diamo una breve panoramica delle sue due interfacce principali per capire come funziona in generale. La prima è quella vista dell’amministratore: è quella a cui hanno accesso l’amministratore principale, il manager e i docenti. Per mezzo di questa interfaccia si possono creare una molteplicità di corsi interessanti e coinvolgenti senza alcuna competenza tecnica, nonché coordinare la gestione del corso/percorso formativo e monitorare e generare report sui dati educativi. Dall’altra parte vi è l’interfaccia utente. Una volta che un allievo è registrato/aggiunto all’LMS, può essere iscritto a qualsiasi corso in offerta. Alcuni LMS forniscono opzioni per creare gruppi che sono organizzati per programmi di apprendimento, corsi, classi, o specifiche esigenze di formazione. Il discente può prendere parte alle diverse attività di apprendimento usando un browser su un desktop, laptop, tablet o dispositivo mobile per supportare l’apprendimento sempre e ovunque (al giorno d’oggi avere un LMS mobile-friendly è una necessità).

Caratteristiche e funzionalità migliori da ricercarsi in un LMS:

  • Gestione dei corsi: La funzione principale di un LMS dovrebbe essere quella di erogare facilmente il contenuto del corso agli studenti, quindi è essenziale adottare un LMS che renda la creazione di essi il più semplice e diretta possibile. Un buon LMS permetterà, con semplici interfacce drag&drop, di organizzare il contenuto, rendendo facile la creazione di corsi. Oltre a questo, permetterà di utilizzare più tipologie e formati di contenuto: PDF, diapositive, video, audio e anche sessioni di formazione dal vivo (Cisco Webex, Zoom, Adobe Connect, Zoom, MS Team).
  • Conformità agli standard SCORM & xAPI: SCORM e xAPI sono due dei metodi più utilizzati per standardizzare i contenuti di apprendimento, e vi permetteranno di esportare/importare facilmente i corsi da un LMS a un altro e di supportare l’analitica e il reporting dell’apprendimento.  Quindi, è necessario un LMS che abbia la capacità di caricare i file dei corsi SCORM e xAPI in un istante. Il processo dovrebbe essere semplice, e il vostro strumento di authoring preferito dovrebbe essere compatibile con il LMS scelto, così si ha la certezza che i file funzioneranno correttamente.
  • Integrazioni: un LMS dovrebbe aiutare ad automatizzare la formazione e ridurre la quantità di compiti amministrativi, che generalmente richiedono tempo. Avendo una soluzione che si integra con il software che si sta già usando (strumento webinar), si possono automatizzare azioni come la creazione e l’accesso degli utenti, la sincronizzazione dei dati, delle iscrizioni e altro. Con il Single Sign-On (SSO) per esempio, agli studenti è richiesto l’accesso a una singola piattaforma, come Google Suite, per essere connessi in modo sicuro all’LMS. Single Sign-On (SSO) è una proprietà di controllo dell’accesso di più sistemi software correlati, ma indipendenti. Con questa proprietà, un utente accede con un unico ID e una password per ottenere l’accesso a uno o più sistemi collegati senza usare diversi nomi utente o password.
  • Esperienza positiva dello studente: Avere una piattaforma user-friendly è vitale per creare un’esperienza positiva per gli studenti. Dopo tutto, è necessario che si concentrino sui contenuti da apprendere, piuttosto che su come imparare ad usare un LMS. Un buon LMS rende facile l’accesso ai corsi/formazione ed è reattivo e veloce su qualsiasi dispositivo. Quindi, se uno studente è all’università, a casa o è pendolare, deve essere in grado di accedere e completare il corso/modulo ovunque, in qualsiasi momento, su qualsiasi dispositivo.  
  • Percorsi di apprendimento: sono essenzialmente una funzionalità che permette di pianificare e strutturare le attività di formazione, raggruppando i corsi in modo che un allievo possa padroneggiare un particolare argomento o programma di studio. I percorsi di apprendimento in sequenza si adattano quando i corsi devono essere svolti in un ordine particolare. Una volta che un corso è completo, l’allievo avrà accesso al successivo, ma è obbligato a completare tutti i corsi per completare il percorso. Un’altra opzione sono i percorsi di apprendimento con attività a scelta dell’allievo.
  • Ludicizzazione: ludicizzare le attività di apprendimento/formazione aiuterà a creare un’esperienza di apprendimento coinvolgente. La gamification è usata per impostare obiettivi chiari e motivare gli studenti usando le pietre miliari e il riconoscimento dei risultati. Il supporto per gli elementi di Gamification in un LMS include la disponibilità di badge, punti e classifiche che, naturalmente, aggiunge un po’ di sana competizione e favorisce la motivazione degli studenti.
  • Interazioni sociali: facilitando la comunicazione attraverso un forum LMS, si crea uno spazio dove gli studenti possono sostenersi e imparare gli uni dagli altri. Agisce anche come deposito digitale per gli studenti per cercare e trovare ulteriori informazioni relative all’apprendimento. 
  • Rapporti: I rapporti dell’LMS dovrebbero mostrare i dati sulla progressione degli studenti, le risposte ai sondaggi, i risultati degli esami e così via. E’ anche utile essere in grado di esportare o programmare i rapporti in modo che siano inviati direttamente alla propria casella di posta. È possibile utilizzare questi rapporti per identificare le tendenze o evidenziare eventuali opportunità di miglioramento nella didattica: essi possono anche dare un’idea di ciò che i discenti vogliono imparare e come. Per esempio, potreste aver mostrato molti contenuti video, ma notare che i corsi hanno un tasso di promozione più alto con contenuti scritti. Usando queste informazioni, potete creare più contenuti scritti per soddisfare le esigenze dei vostri studenti.
  • Certificazioni: tracciare le competenze apprese e le certificazioni ottenute dà agli studenti un senso di realizzazione per aver completato con successo la loro formazione. Un LMS dovrebbe permetterti di personalizzare i certificati così come impostarli per essere generati automaticamente. Così, quando un vostro studente completa il suo corso o percorso di apprendimento, viene immediatamente premiato.
  • Supporto multilingue: la scelta di un LMS con supporto multilingue assicura che i vostri studenti abbiano accesso al sistema nella loro lingua madre, migliorando i tassi di utilizzo e aumentando il coinvolgimento nella formazione.

Quando si analizzano le caratteristiche dell’LMS è necessario considerare anche le restrizioni al materiale da caricare, nel rispetto dei diritti di proprietà intellettuale (Copyright o OER). Altrettanto importante è tenere a mente la Strategia della Commissione Europea per il Software Open Source 2020-2023 in quanto mira a rafforzare la cultura lavorativa europea basata in gran parte sui principi dell’open source, che ha un impatto positivo sull’autonomia digitale dell’Europa in quanto contribuisce a mantenere il proprio approccio digitale indipendente e mantenere il controllo dei suoi processi, delle sue informazioni e della sua tecnologia.

Accessibilità e inclusività sono altri due requisiti fondamentali di un LMS. L’accessibilità mira a ridurre al minimo le barriere di accesso ai contenuti digitali, alle attività di insegnamento e apprendimento e alle valutazioni per assicurare che gli studenti con bisogni speciali abbiano le stesse opportunità di svolgere le loro attività di apprendimento.

Nel corso degli anni, i Learning Management System (LMS) sono stati via via migliorati, e oggi offrono numerose caratteristiche avanzate. Così, durante l’adozione di un LMS è essenziale raggiungere un equilibrio tra le vostre esigenze, il budget, il rapporto qualità-prezzo e l’utilità.

Data la moltitudine di opzioni disponibili, selezionare il giusto LMS (sia commerciale sia open-source) che soddisfi le esigenze di apprendimento dell’organizzazione è un compito complesso. Ci sono una serie di aspetti chiave da valutare per essere in grado di selezionare l’LMS più appropriato per soddisfare le vostre esigenze istituzionali:

  • Bisogni didattici e caratteristiche richieste dall’LMS.
  • Accesibilità della vostra piattaforma da diversi tipi di dispositivi (web, mobile)
  • Facile integrazione nel vostro ecosistema di apprendimento
  • Tipo di piattaforma (chiusa e proprietaria / open source). Licenze e prezzi.
  • Compatibilità dei contenuti (di quali tipi di contenuti avrete bisogno secondo la vostra strategia pedagogica)
  • Sicurezza 
  • Funzionalità di reporting necessarie

Vi consigliamo di leggere l’articolo intitolato “10 cose che dovete sapere quando scegliete un sistema di gestione dell’apprendimento” per avere una panoramica completa sugli aspetti sopra menzionati. 

Ora che avete familiarità con i diversi aspetti che caratterizzano un LMS, vi invitiamo a consultare le seguenti risorse:

Attività Interattive

  • Contattate il dipartimento IT responsabile dell’LMS e consultatelo sui requisiti principali di un LMS per la vostra istituzione o sui miglioramenti da apportare a quello esistente. Create un blog post che elenchi questi requisiti. Ricordate di includere i dettagli sui vostri requisiti didattici, il supporto all’accessibilità, il tipo di contenuti e le attività da svolgere, così come sull’uso di OER e sul supporto richiesto per la privacy e la sicurezza.
  • Discutete riguardo a una eventuale proposta con alcuni colleghi della vostra istituzione e chiedete opinioni sulla vostra idea.  Potete farlo faccia a faccia o in un incontro virtuale.
  • Condividete la vostra proposta con alcuni colleghi, trovate tre punti forti / deboli della proposta presentata, e date un feedback a una proposta di altri partner.

Test